Vuoi sapere cos’è la Google Dance? Bene, è un qualcosa che avviene quando il tuo sito web salta, perdendo posizioni, da una posizione a un’altra all’interno della SERP di Google quando aggiorna il suo indice. Ciò si verifica periodicamente e può causare molti movimenti nelle classifiche, il che significa che è temuto sia dal consulente SEO freelance, sia dalle web agency.

Tuttavia, l’aggiornamento non è solo un passaggio improvviso, poiché ogni aggiornamento dell’indice richiede diversi giorni per essere completato. Durante questo aggiornamento le ricerche sembrano danzare tra il vecchio indice e il nuovo indice. Questo movimento caratteristico è chiamato appunto “Google Dance”.

Perché avviene Google Dance?

Solitamente Google estrae i suoi risultati da oltre diecimila server e non possono essere aggiornati tutti in una volta perché, altrimenti, Google dovrebbe interrompere l’aggiornamento. Invece, ogni server viene aggiornato con il nuovo indice, uno alla volta. Ciò può causare un comportamento molto strano nel processo di ranking se due siti principali situati su server separati hanno uno stretto legame di collegamento.

Questi tipi di separazioni sono interessanti e possono contribuire a una grande quantità di cambiamenti e movimenti nelle classifiche di Google. La cosa più importante da tenere a mente è che alla fine Google ti porterà nel posto giusto. In genere, se ti comporti bene, non verrai penalizzato a lungo dalla strana attività che può verificarsi quando Big G sta aggiornando il suo indice.

Una credenza comune è l’idea che Google controlli da quale server proviene ogni tipo di informazione e quindi memorizzi informazioni simili sullo stesso server. L’indice di Google non funziona in questo modo, è una massa grande e disorganizzata di informazioni che Google cerca molto rapidamente. Questa è una benedizione sotto mentite spoglie perché consente al tuo sito di rimanere raggiungibile tramite altri siti a esso correlati durante l’indicizzazione.

Il tuo sito generalmente non soffrirà troppo a lungo quando è in corso un aggiornamento. Tuttavia, se sei fortemente dipendente dai risultati di Google, vedrai un leggero calo per un breve periodo di tempo. Questo calo è spesso seguito da un leggero picco, specialmente se la visibilità del tuo sito web è aumentata dall’ultimo aggiornamento.

I diecimila server utilizzati da Google sono distribuiti tra sette datacenter in tutto il mondo

Google non tiene tutte le uova nello stesso paniere. Questo vuol dire che non vuole essere in grado di perdere un datacenter e far sopravvivere il resto. Se una parte di Google non funziona, le persone possono comunque utilizzare il motore di ricerca e, come ho detto prima, ciò consente di accedere al tuo sito tramite siti correlati se il server che contiene l’indice dei tuoi siti si interrompe.

I data center che Google ha messo in campo sono enormi rispetto alla maggior parte dei data center in tutto il mondo. Google rivaleggia con alcuni dei più grandi datacenter del mondo con ciascuno dei suoi datacenter ed è probabilmente il più grande al mondo se tutti fossero combinati in uno.

Il time-to-live per www.google.com è di soli cinque minuti, il che significa che l’indirizzo IP di Google può cambiare ogni cinque minuti. Ciò consente, allo stesso Google, di passare regolarmente da un data center all’altro, distribuendo il carico di ricerca tra di loro in modo intelligente e aggirando eventuali danni.

Se riuscissi a entrare costantemente nello stesso datacenter con ogni ricerca che stai eseguendo, quasi sicuramente si friggerebbe entro ventiquattro ore. Considerando il numero di utenti su Google ogni giorno, è sorprendente che siano sufficienti diecimila server. Infatti, un server può gestire solo così tanto traffico in un giorno e Google assicura che può contenere più di qualsiasi altro servizio su internet.

Conclusione

I datacenter che aggiornano i loro indici in momenti diversi fanno sì che Google faccia la sua parte. A meno che tu non stia cercando di verificare il posizionamento dei tuoi siti web, non te ne accorgeresti mai poiché il tuo sito è normalmente disponibile in ogni momento.

La sfortuna è che spesso perderai il ranking della tua pagina per un breve periodo di tempo o il tuo sito sembrerà avere un numero inferiore di pagine indicizzate da Google. Se ti assicuri di avere sempre diverse centinaia di pagine disponibili su Google, molto probabilmente sarai in grado di fornire tutti i tuoi contenuti in ogni momento, direttamente o indirettamente.